.
Annunci online

avana blog dal sapore di rum cubano e sigari rubati...
Figlio di Castro beffato in chat love story con una finta donna
post pubblicato in Diario, il 15 giugno 2009

Per otto mesi un prankster di Miami ha fatto credere al 40enne rampollo del Lider Maximo di essere una colombiana di nome Claudia. "L'ho fatto per dimostrare che a Cuba i privilegi come internet esistono solo per i potenti"

La storia è nota: uomo conosce donna su internet. Lui la corteggia, lei si rivela disponibile. Lui vive a Cuba, lei in Colombia. Superati i primi convenevoli la relazione, esclusivamente online, assume sfumature un po' piccanti e dopo otto mesi di scambio di mail e fotografie si fa urgente la necessità di un incontro. L'unica differenza rispetto alle solite storie d'amore nate sul web è che lui è il figlio scapestrato e playboy di Fidel Castro e lei, Claudia, non è una bella donna ma Luis Dominguez, un hacker di Miami che ha messo in forte imbarazzo il governo cubano.

Così, mentre a Cuba l'accesso a internet continua ad essere negato alla maggior parte dei cittadini, Antonio Lothario Castro, questo il nome del figlio del "lider maximo" chattava tranquillamente dal suo Blackberry con la presunta colombiana Claudia. Il fidanzamento di lunga data di Lothario, noto in patria come il playboy della famiglia Castro, non ha impedito al quarantenne di invitare la bella Claudia a Cuba. Ma è proprio lì che il gioco di Luis Dominguez è venuto alla luce.

Quella che sembrava la classica love-story su internet, fatta di email e conversazioni romantiche e piccanti via chat, era in verità solo un bluff orchestrato da un abile "prankster" per mettere in ridicolo il governo cubano. Non a caso la vicenda ha suscitato grande ilarità nella comunità americo-cubana del sud della Florida.

Dominguez, che è nativo di Cuba, ha raccontato di aver organizzato la "beffa" per mostrare l'ipocrisia di un Paese i cui governanti si concedono dei lussi a cui il popolo non ha accesso. "Mentre a molti cubani era vietato l'accesso agli internet caffè dell'Avana, lui aveva un Blackberry e un accesso illimitato a internet", ha spiegato Dominguez al Miami Herald, che oggi pubblicava una trascrizione delle conversazioni via chat fra Claudia e Lothario.

In questi scambi Castro, che ha utilizzato il nickname di Tonycsport, parla di fine settimana trascorsi nella nota località turistica di Varadero a Cuba, di acquisti di capi d'abbigliamento griffati e dei suoi viaggi intorno al mondo come medico della squadra di baseball cubana. E invita caldamente Claudia a raggiungerlo a Cuba, nonostante sia ufficialmente fidanzato con una 26enne produttrice televisiva.

L'idea dello scherzo è nata quando Dominguez ha visto in televisione Lothario Castro al seguito della squadra cubana di baseball a Cartagena, in Colombia. "Il pubblico lo trattava come una star, tutti volevano fare una foto con lui, soprattutto le belle donne", ha spiegato Dominguez al Miami Herald. "E' così che ho capito che avrei potuto avvicinarlo fingendomi donna".


da la Repubblica online

Sfoglia maggio        settembre